Richiesta di RickyC. [ricky] e risposta di Maria Grazia Bregani [Presidente] il 09-Jan-2005 15:48

Non necessariamente i gatti soffrono durante le esposizioni, anche se vero che un'esposizione sempre motivo di stress, a causa del fatto che i gatti sono costretti a stare in gabbia, che sono disturbati dalla folla, dai rumori, dagli odori (pensate, soprattutto per un adulto, che cosa significa sentire tutti gli effluvi emanati dagli altri...). Questo non necessariamente ingenera sofferenza, ma bisogna stare attenti a rispettare il gatto: se evidente che il gatto non apprezza le esposizioni (ringhia, si nasconde, assume un comportamento nevrotico, grattando le pareti o piangendo continuamente), allora decisamente meglio evitargli questo fastidio e tenerlo a casa, dove sicuramente pi felice. Di solito i gatti affrontano le esposizioni 'rifugiandosi' nel sonno: infatti comune vederli dormire: cos si difendono e intanto ingannano la noia dello stare chiusi in gabbia. Non bisogna dimenticare poi che il pomeriggio gi normalmente l'ora dedicata al 'pisolino'...altri gatti, pi vivaci di carattere, ne approfittano comunque per giocare: facile vedere un abissino, soprattutto cucciolo, divertirsi con i giochini o guardare interessato quello che accade.
Non sono quindi drogati!
Purtroppo esistono espositori che, per placare un gatto troppo nervoso o impaurito, in effetti usano sedativi: ma questo vietato dal regolamento e comunque un gatto 'sedato' facilmente riconoscibile dallo sguardo e dalle pupille. Meglio, in questo caso, rinunciare alla 'carriera'(anche perch, se qualcuno se ne accorge, il gatto automaticamente squalificato)e tenersi il gatto felice a casa: la sua salute e il suo benessere devono essere sempre in primo piano!

Questa Q&A stata trovata sul sito Riccardo Camuffo : https://cigas.org/modules/smartfaq/faq.php?faqid=17